Condizioni generali di Dohse Aquaristik GmbH & Co KG, Otto-Hahn-Straße 9, 53501 Grafschaft, Germania

§ 1 – Validità delle condizionin

  1. Le seguenti condizioni contrattuali sono la base per tutti i rapporti commerciali presenti e futuri della Dohse Aquaristik GmbH & Co. KG (di seguito denominata "Dohse") con terzi, nella misura in cui questi siano imprenditori ai sensi del codice civile tedesco (di seguito denominati anche "cliente"). Essi diventano parte integrante del contratto.
  2. I nostri termini e condizioni di contratto si applicano esclusivamente. Eventuali condizioni contrastanti o divergenti del cliente sono irrilevanti, anche dopo che Dohse ne sia venuta a conoscenza, a meno che Dohse non le abbia espressamente accettate per iscritto.

§ 2 – Offerta e conclusione del contratto

  1. Le nostre offerte non sono vincolanti e sono soggette a modifiche. Se i clienti presentano offerte vincolanti a Dohse, Dohse si riserva il diritto di accettare le offerte entro 2 settimane.
  2. Per principio, il contratto è concluso in forma di testo, per cui una conferma d'ordine è sufficiente. Se gli ordini vengono effettuati tramite mezzi di telecomunicazione, l'accettazione dell'offerta da parte di Dohse avverrà o con l'invio di una conferma d'ordine o con la fornitura e la spedizione della merce.

§ 3 – Prezzi

  1. Si applicano i prezzi secondo il listino prezzi della Dohse valido al momento della conclusione del contratto.
  2. I prezzi indicati da Dohse sono in EUR più IVA al tasso legale, dazi doganali e altre tasse, a meno che non sia espressamente indicata un'altra valuta. I costi di imballaggio e spedizione saranno addebitati separatamente.
  3. Se viene concordata la consegna di merci delle marche "Hobby" o "Dupla" da parte di Dohse, il valore minimo dell'ordine per le consegne senza spese di spedizione in Germania è di 200 EUR netti. Per ordini corrispondenti a meno di 100 EUR netti, sarà addebitato un supplemento per quantità minime di 10 EUR. Per tutte le altre consegne, si applicano gli accordi esplicitamente concordati tra le parti.

§ 4 – Consegna e ritardo nella consegna, ambito dell'ordine

  1. Dohse non è obbligato a consegnare la merce. Nella misura in cui la consegna della merce è stata concordata in singoli casi, Dohse è in linea di principio autorizzata a stabilire autonomamente il tipo di spedizione.
  2. Le date di consegna sono considerate vincolanti solo se sono state concordate in anticipo con i clienti in forma di testo. A meno che non siano designati come vincolanti, sono solo approssimativi e si intendono applicabili al momento della disponibilità nel luogo di esecuzione.
  3. Se Dohse è in ritardo con la consegna per motivi non imputabili a Dohse (ad es. forza maggiore o scioperi, nonché mancata consegna, consegna errata o tardiva da parte dei fornitori), Dohse ha il diritto di rinviare la prestazione per la durata dell'impedimento più un ragionevole periodo di avviamento o di recedere dal contratto in tutto o in parte per la parte non ancora eseguita. Dohse informa immediatamente il cliente. Se l'impedimento rende la consegna o il servizio notevolmente più difficile/impossibile e non è solo di durata temporanea (più di 3 mesi), il cliente ha il diritto di recedere dal contratto. Dohse non sarà quindi responsabile.
  4. La portata dell'ordine è determinata in conformità alla conferma d'ordine emessa da Dohse. Le informazioni ivi specificate determinano in modo completo e definitivo la natura dell'oggetto del contratto. In assenza di una conferma d'ordine, la bolla di consegna è decisiva.
  5. Campioni, esemplari e illustrazioni sono solo approssimativamente autorevoli. Tutti i dati relativi a peso, dimensioni e simili sono da considerarsi medi. A meno che non siano espressamente specificati i limiti delle deviazioni ammissibili, le deviazioni dovute al progresso produttivo e/o tecnico sono considerate consentite nell'ambito di ciò che è usuale nell'industria.
  6. Le consegne parziali sono ammesse, così come l'arrotondamento per eccesso o per difetto delle quantità nell'ambito delle unità di imballaggio. Per tutti gli altri aspetti, il cliente accetta quantità in eccesso o in difetto fino al 10% come conformi al contratto. Il pagamento sarà effettuato per la quantità effettivamente consegnata.

§ 5 – Trasferimento del rischio e accettazione

  1. Per quanto riguarda il trasferimento del rischio, si applicano le disposizioni di legge, a meno che Dohse non sia obbligata a consegnare "domicilio libero" o le parti abbiano concordato una disposizione diversa.
  2. Il cliente deve controllare la merce consegnata dalla Dohse in conformità alle disposizioni di legge e comunicare immediatamente a Dohse eventuali difetti. Le notifiche di difetti evidenti o mancanze devono essere ricevute da Dohse entro un periodo preclusivo di quattro giorni lavorativi. Il periodo preclusivo inizia con la consegna della merce al cliente o con la ricezione del servizio. Le notifiche di difetti devono sempre essere fatte in forma di testo. In caso di violazioni delle disposizioni di cui sopra, in particolare in caso di mancata notifica dei difetti, la merce sarà considerata conforme al contratto.
  3. Dopo la segnalazione di un difetto, Dohse ha il diritto di ispezionare la merce, di esaminarla senza indugio e di ritirare una quantità rappresentativa contro ricevuta per un ulteriore esame a proprie spese e di trattenerla per un periodo di tempo ragionevole. Il cliente deve astenersi da qualsiasi miscelazione o lavorazione o da qualsiasi uso o consumo della merce che possa provocare danni fino a quando il difetto non sia stato determinato da Dohse o da un esperto incaricato da Dohse.
  4. Se il cliente è in ritardo con l'accettazione, non collabora o ritarda l'accettazione per altri motivi di cui è responsabile, Dohse ha il diritto di richiedere il risarcimento dei danni risultanti, comprese le spese aggiuntive (ad es. costi di stoccaggio). A tal fine, Dohse mette in conto un'indennità forfettaria pari al 2% del valore netto della fattura della merce per ogni giorno di calendario di ritardo fino a un massimo del 30% del valore netto della fattura della merce. Il calcolo inizia con la notifica che la merce è pronta per la spedizione, nel caso di un accordo sulla consegna: con la data di consegna prevista. Le parti contraenti si riservano il diritto di provare un danno maggiore o minore.

§ 6 – Disposizioni speciali Euro pallet

  1. Se la merce viene consegnata su europallet, questi vengono forniti solo in prestito. Gli europallet dello stesso tipo e qualità devono essere restituiti con la consegna successiva, al più tardi un mese dopo la consegna, o scambiati con lo spedizioniere. Se i pallet non vengono restituiti nel senso sopra indicato, Dohse ha il diritto di fatturare un importo di 15,00 EUR più l'imposta sul valore aggiunto applicabile per ogni pallet consegnato e non restituito.

§ 7 – Conservazione del titoloConservazione del titolo

  1. La merce rimane di proprietà della Dohse fino al completo pagamento di tutti i crediti derivanti dal rapporto commerciale con il cliente.
  2. In caso di miscelazione o trasformazione della merce, la proprietà del cliente di un oggetto uniforme passa alla Dohse in proporzione al valore (valore della fattura). Dohse trasferisce già ora la (co-)proprietà di nuovo al cliente per questi casi, tuttavia, sotto la condizione precedente di piena soddisfazione di tutti i crediti diretti contro il cliente.
  3. Il cliente ha il diritto di rivendere la merce nel corso della normale attività commerciale, a condizione che il cliente non sia in ritardo con il pagamento alla Dohse per il credito relativo a tale merce. Le merci non possono essere date in pegno o cedute come garanzia. Il cliente cede alla Dohse, a titolo di garanzia, tutti i crediti derivanti dalla rivendita o da qualsiasi altro motivo giuridico in relazione alla merce soggetta a riserva di proprietà, compresi tutti i crediti da saldo del conto corrente. Il cliente è autorizzato a riscuotere a proprio nome i crediti ceduti a Dohse sul conto di Dohse. Questa autorizzazione può essere revocata se il cliente non adempie correttamente ai suoi obblighi di pagamento nei confronti di Dohse o se si verifica o si teme concretamente un peggioramento significativo o un notevole pericolo per la sua situazione finanziaria. In questi casi, la cessione dei crediti è subordinata alla completa soddisfazione di tutti i crediti di Dohse nei confronti del cliente.
  4. Non appena il cliente ha cessato i pagamenti, e senza indugio dopo la notifica della cessazione dei pagamenti, il cliente è obbligato a inviare alla Dohse un elenco delle merci soggette a riserva di proprietà ancora esistenti, anche nella misura in cui sono state lavorate, e un elenco dei crediti nei confronti di terzi debitori insieme alle copie delle fatture.
  5. In caso di accesso di terzi alla merce riservata, il cliente deve indicare la proprietà di Dohse e informare Dohse senza indugio.
  6. In caso di violazione del contratto da parte del cliente, in particolare in caso di ritardo nel pagamento e di fissazione infruttuosa di un termine da parte di Dohse, Dohse ha il diritto di riprendere l'oggetto della vendita. La ripresa dell'oggetto della vendita da parte di Dohse non costituisce un recesso dal contratto, a meno che Dohse non abbia dichiarato espressamente tale recesso in forma di testo. Dopo aver ripreso l'oggetto della vendita, Dohse è autorizzato a venderlo. Il ricavato della realizzazione deve essere accreditato contro le passività del cliente - meno i costi di realizzazione ragionevoli.
  7. Dohse si impegna a svincolare le garanzie a cui Dohse ha diritto su richiesta del cliente, nella misura in cui il valore realizzabile delle garanzie supera i crediti da garantire di oltre il 20 % o il valore nominale delle garanzie supera i crediti da garantire di oltre il 50 %; Dohse è responsabile della scelta delle garanzie da svincolare.

§ 8 – Garanzia

  1. Il cliente ha l'onere della prova per l'identità della merce contestata con la merce consegnata da Dohse, inoltre anche per il fatto che il difetto esisteva al momento del trasferimento del rischio.
  2. In caso di reclami riconosciuti da Dohse, Dohse ha il diritto, a sua discrezione, di rimediare al difetto o di effettuare una consegna successiva. I costi aggiuntivi per l'eliminazione dei difetti o per la consegna successiva, che derivano dal fatto che l'oggetto del contratto o qualsiasi prodotto lavorato è stato portato in un luogo diverso dal luogo di adempimento, sono a carico del cliente, nonostante la disposizione del § 478 (2) del Codice Civile Tedesco (BGB), salvo diverso accordo tra le parti. I diritti del cliente sono limitati alla riduzione dopo una mancata prestazione supplementare, se la merce è afflitta solo da un difetto insignificante.
  3. Le dichiarazioni fatte da Dohse in relazione al presente contratto da colloqui preliminari, opuscoli, quotazioni pubblicitarie, descrizioni delle prestazioni e riferimenti a norme DIN ecc. non contengono alcuna presunzione di garanzia. Le dichiarazioni sono considerate una garanzia solo se sono state espressamente designate da Dohse per iscritto come dichiarazione di garanzia.
  4. Il cliente non può far valere pretese e diritti per difetti se egli stesso ha rivenduto la cosa afflitta dal difetto o l'ha fornita a terzi nell'ambito di una prestazione d'opera e si stabilisce che egli, da parte sua, non può più essere ritenuto responsabile da una parte contrattuale in garanzia a causa di questo difetto. Su richiesta della Dohse, il cliente deve, in tutti i casi in cui l'oggetto difettoso non è più in suo possesso, fornire informazioni su quando l'oggetto difettoso è stato venduto a terzi o utilizzato nell'ambito di una prestazione lavorativa e quali disposizioni di garanzia sono state concordate tra il partner contrattuale e il terzo, insieme ai documenti giustificativi.
  5. Nel caso di contratti di vendita di beni usati, la garanzia è esclusa.

§ 9 – Responsabilità, compensazione

  1. Dohse è responsabile secondo le disposizioni di legge nella misura in cui il cliente fa valere diritti di risarcimento basati su dolo o colpa grave, compreso il dolo o la colpa grave dei rappresentanti di Dohse o degli ausiliari. Lo stesso vale per la responsabilità se Dohse viola colposamente un obbligo contrattuale essenziale. Le obbligazioni contrattuali rilevanti sono obbligazioni il cui adempimento caratterizza il contratto e su cui il cliente può fare affidamento. Nei casi summenzionati - ad eccezione di una violazione intenzionale del contratto - la responsabilità per i danni è limitata al danno prevedibile e che si verifica tipicamente.
  2. Ulteriori rivendicazioni del partner contrattuale, in particolare a causa di danni conseguenti causati da un difetto, sono esclusi, se non diversamente regolato qui.
  3. Il termine di prescrizione per i reclami per difetti dovuti alla semplice violazione negligente di obblighi contrattuali essenziali (cfr. paragrafo 1) è di 1 anno, calcolato a partire dal trasferimento del rischio. Sono escluse dall'abbreviazione del termine di prescrizione le rivendicazioni dovute a un difetto di un edificio o di un materiale da costruzione che ha causato la difettosità di un edificio, a un difetto che è stato nascosto in modo fraudolento, così come nel caso in cui il cliente sia ritenuto responsabile dal suo partner contrattuale a causa del ricorso del fornitore secondo i §§ 478 f. BGB.
  4. L'esclusione di responsabilità secondo il paragrafo 2 e anche le limitazioni di responsabilità secondo il paragrafo 1 e il paragrafo 3 non si applicano in caso di lesioni alla vita, all'incolumità fisica e alla salute e nemmeno se non viene rispettata una garanzia promessa da Dohse per la qualità della merce. Anche la responsabilità secondo la legge sulla responsabilità del prodotto rimane inalterata.

§ 10 – Pagamento

  1. Il prezzo d'acquisto è dovuto immediatamente e senza deduzione, a meno che non sia diversamente concordato in forma di testo tra le parti.
  2. Le difficoltà generali di pagamento del cliente che sono venute a conoscenza di Dohse autorizzano Dohse a recedere dal contratto.
  3. In caso di mora del cliente, Dohse addebiterà gli interessi di mora legali più il tasso forfettario secondo l'articolo 288 (5) del codice civile tedesco (BGB); non è esclusa la rivendicazione di ulteriori danni.
  4. Il cliente è autorizzato a compensare crediti non sinallagmatici nei confronti di Dohse solo se le sue contropretese sono state stabilite legalmente, sono incontestate o sono state riconosciute da Dohse. In caso di esistenza di difetti, il cliente non ha diritto a un diritto di ritenzione nella misura in cui questo non sia ragionevolmente proporzionato ai difetti e ai costi previsti per l'esecuzione successiva (in particolare una riparazione dei difetti).

§ 11 – Stand e display di vendita

  1. Gli stand di vendita e gli espositori forniti da Dohse saranno messi a disposizione in prestito. Su richiesta di Dohse, ma senza richiesta di Dohse al più tardi allo scioglimento del rapporto commerciale, gli oggetti forniti a Dohse devono essere restituiti alla sede di Dohse a spese del cliente.

§ 12 – Disposizioni finali, protezione dei dati

  1. Il luogo di adempimento per tutte le prestazioni derivanti dal contratto, compreso l'adempimento successivo, è la sede di Dohse, Otto-Hahn-Straße 9, 53501 Grafschaft.
  2. Il foro competente per tutte le controversie legali derivanti dal rapporto contrattuale è anche Grafschaft. Dohse ha il diritto di citare in giudizio il tribunale competente per la sede principale del cliente. Il termine "controversie legali derivanti dal rapporto contrattuale" deve essere inteso nel senso più ampio. Include anche, per esempio, richieste di risarcimento danni e/o da atto illecito.
  3. La conclusione del contratto e il rapporto contrattuale tra Dohse e il cliente sono regolati esclusivamente dal diritto della Repubblica Federale di Germania, con esclusione del diritto privato internazionale tedesco. L'applicazione del diritto di vendita delle Nazioni Unite è esclusa.
  4. L'eventuale invalidità di singole disposizioni non pregiudica la forza vincolante delle restanti disposizioni.
  5. Dohse si impegna a raccogliere, trattare o far trattare i dati personali affidatigli solo nel contesto dell'esecuzione dei contratti. Nel fare ciò, Dohse si attiene in particolare alle disposizioni della legge federale tedesca sulla protezione dei dati (BDSG), del regolamento tedesco sulla protezione dei dati (DSGVO) e della legge tedesca sui telemedia (TMG). Senza il consenso esplicito del cliente, Dohse non utilizzerà i dati personali per scopi pubblicitari o per indagini sulla soddisfazione del cliente. Per i dettagli, si fa riferimento all'informativa sulla privacy di Dohse, che può essere consultata in qualsiasi momento sul sito web di Dohse tramite il link "Imprint/Protezione dei dati https://www.dohse-aquaristik.com/de/unternehmen/impressum.

A partire dal 08/2018